[Le saghe letterarie] Starcrossed, Dreamless e Godness

Salve Lettori!
Oggi ho deciso di parlarvi di una serie che ho letto diverso tempo fa, ovvero Starcrossed, Dreamless e Godness.
La saga è scritta da Josephine Angelini ed edita da Giunti.
Il prezzo dei volumi è 6.90 € l’uno, sono tascabili e ottimi da trasportare.
Io ammetto di non averli comprati perché ho usufruito della promozione che c’era se acquistavi un Kindle da Giunti, ovvero un ebook in omaggio ogni mese, per 5 mesi, così ho preso questi tre e poi ho preso altri due libri di un’altra saga, ma ne parlerò più in là.

Ecco le foto:



Come notate dalle foto (fatte sul divano che adoro e che d’estate accoglie i miei pisolini), dal primo al terzo c’è una bella differenza di pagine.
Starcrossed ha 464 pagine, Dreamless 400 e Godness 368: vi assicuro che la diminuzione delle pagine fa la differenza.

Vi metto la trama di Starcrossed soltanto per non fare spoiler, quindi rimarrò sul vago ma vi darò la mia impressione su tutti e tre i volumi.

Trama:

Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell’isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L’episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha iniziato ad avere incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appaiono tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un’antica tragedia d’amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le Erinni. Helen, come l’omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio alla guerra a causa della sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?

Vi dico che a me il primo è piaciuto davvero tanto: l’autrice è brava a descrivere i legami e riesce a coinvolgerti al punto da non riuscire a farti staccare gli occhi dal libro.
La storia di Helen e Lucas prende davvero molto, ci si riesce ad immergere in tutte le loro vicende e si soffre con loro.
Il problema sorge nei libri successivi.
Starcrossed apre le porte di una storia meravigliosa perché sempre più spesso si legge di demoni e vampiri, mentre stavolta si parla di divinità greche (e ammetto che ho il debole per il genere miti e leggende) che combattono e si imbattono nel passato.
Il problema sono Dreamless e Godness.
Perché?
Perché non puoi avviare una storia così, con i tempi giusti per una volta, e concluderla come se ti avessero messo del peperoncino in bocca e non vedi l’ora di sciacquarti o mangiare un po’ di yogurt per stare meglio!
Il seguito è una corsa contro il tempo. Quello dell’autrice.
Non si può arrivare alla fine così, come se niente fosse, con delle evoluzioni così veloci che fanno paura.
Dreamless e Godness (proprio in questo ordine, che poi è quello originale) peggiorano uno dopo l’altro. Quelle pagine scritte in meno hanno fatto la differenza.

Che dire?
È una saga bella, all’inizio, poi però peggiora davvero tanto.
Starcrossed si becca un 8 ma Dreamless e Godness si beccano 5.
Onestamente non riesco a consigliarvi di cominciare questa saga se siete appassionati di letture piene, che lasciano un po’ di soddisfazione.
Finisce troppo in fretta e questo è un grosso difetto.


E voi avete letto questa saga? Vi è piaciuta?
Fatemi sapere!


Scheggia

About Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.