[Autori Emergenti] Segnalazioni #6

Buon giovedì Lettori e felice 2 Giugno!

Oggi il tempo non è dei migliori, anzi il cielo è veramente brutto e rischia di piovere da un momento all’altro. È una tristezza assurda!

Come ogni giovedì, arrivano le segnalazioni dei libri di alcuni autori emergenti che sono: Alessandra Libertini, Giovanna Roma, Gabriella Mazzon Venturati e Daniela Ruggero.

 

Un balcone su Bombay
Alessandra Libertini
Aletti Editore
Prezzo: 12.00 €

Trama: Un amore non corrisposto si trasforma nell’opportunità di cambiare vita con la decisione di trasferirsi in un altro luogo, ma si sa: Per cambiare ci vuole coraggio, positività e consapevolezza di ciò che si è stati e si vuole diventare, mettendo in discussione tutto ciò che nella vita è avvenuto. Attraverso i ricordi di incubi cruenti, sogni violenti colmi di poesia e delicatezza, azioni sconsiderate e reazioni eccessive contenute nel profondo dell’anima, l’anonima protagonista ricca di segreti, sola con il suo diario pieno di rabbia adolescenziale in litigio con l’esperienza dell’età adulta, svolge le attività diurne e notturne che precedono la sua partenza in settantadue ore di silenzio verbale e chiasso emotivo, arricchendo la carta che le fa compagnia di immagini evocate dalla “non-storia” d’amore che ha portato un grande cambiamento nei confronti di se stessa.

L’autrice spiega il suo romanzo con queste parole:

Dal ritrovamento del diario “con la copertina in stoffa e legno”, il lungo monologo è costantemente diviso in due parti ben distinte: La parte introduttiva mira sempre a descrivere le mie ultime ore passate tra l’impacchettare tutti gli averi, il vivere le ultime stille di ordinaria quotidianità in un ambiente conosciuto con una consistente aria d’attesa, vissuta dal penultimo giorno alla proroga di permanenza di ventiquattr’ore nella città di origine, fino all’ultimo giorno definitivo; la seconda, invece, stesa con un linguaggio diverso, ricco di immagini evocative, è la parte del diario vera e propria, nella quale l’inconscio possiede la totale libertà di esprimersi, come fosse una vera e propria terapia per questo amore infelice che ha portato la me stessa fittizia a desiderare un così drastico volta pagina.
[…] Lo scenario in cui si svolge è quasi interamente quello di una Latina vista solo in porzione minima dal balcone di un anonimo palazzo, dal quale il tramonto regala sempre gli stessi colori che la fanno assomigliare all’India secondo il mio immaginario per assonanze di pensiero e sentimento, in un quartiere colorito e multietnico, una vista su un porto urbano che appartiene ai miei occhi fin da quando ero bambina.

Potete acquistare il libro su: Amazon, Feltrinelli e Ibs.


Il patto del Marchese
Giovanna Roma
Ebook: 2.99 €

Ilpattodelmarchese_MediumTrama: Come reagireste se l’uomo più in vista del Regno vi porgesse il suo aiuto? Accettereste la sua buona offerta, certo.
Non consideratemi un’ingrata per averla rifiutata. Ho le mie ragioni. Dietro la facciata di un lord magnanimo e misericordioso, si cela il più infido dei serpenti, pronto ad approfittarsi delle difficoltà di una donna per il suo diletto. La vita di corte dev’essere molto noiosa se è giunto fino a qui.
Bramate la bontà nel vostro soccorritore, non le fattezze della veste o del viso e siate sempre prudenti al cospetto di un marchese.

Qui potrete vedere il suo Booktrailer:

 

Ecco a voi i link per l’acquisto: Amazon, Itunes, GPlay, Kobo, Bookrepublic, Rizzoli.

Ed ecco anche un po’ di link utili per contattare l’autrice: Pinterest, Blog, Goodreads, Twitter, Facebook, Gruppo Facebook, Google +, Youtube.


 

Io sono Nina – Storia di una demenza senile
Gabriella Mazzon Venturati
Prezzo: 9.98 €
Ebook: 3.99 €

copertinaIoSonoNinaTrama“Mi porterebbe a casa, adesso?” chiede mia madre.
Mi dà del lei, non ha idea di chi io sia.

E’ opinione comune che la demenza sottragga alle persone la memoria, ma fa ben più di questo. La demenza spazza via intere esistenze, sprofonda chi ne è colpito in un abisso di solitudine, deruba della possibilità di trovare conforto in chi ti è più caro, trasformandolo in un estraneo.
Quella di Nina è una storia in presa diretta, dove una figlia si confronta con il suo stesso ruolo di ‘figlia’ ormai privo di significato, con la disattenzione del passato, l’approssimazione con cui è trattata la vecchiaia, le difficoltà nelle relazioni con gli operatori sanitari.
Ne nasce una riflessione sul significato da dare alla vita se questa è così incline a farsi spazzare via. “[…]per quanto importante possa sembrarci, l’amore del tuo uomo, l’amore per i figli, ciò che hai costruito, il dolore che hai dovuto attraversare, nulla, di tutto ciò, regge all’epurazione maniacale della demenza.”

Nina è un’anziana madre che si trova nella fase conclusiva della sua demenza senile quando, per l’improvvisa assenza della badante, la figlia si trasferisce nella sua casa d’infanzia per starle accanto.
E’ lì, nel luogo in cui è cresciuta e che la madre non riconosce più, che inizia a confrontarsi con il suo stesso ruolo di ‘figlia’ ormai privo di significato, con la disattenzione del passato, con il senso da dare alla vita se questa è così incline a farsi spazzare via e con la chiara percezione dell’emarginazione in cui la madre vive, isolata com’è in un mondo che non riconosce, circondata da luoghi e persone a lei ora totalmente estranei.
Un’esperienza raccontata “a cuore aperto” dove la figlia costruisce un viaggio in cui si trova a riflettere su come intendiamo la disabilità e la non autosufficienza, sull’indifferenza e la superficialità, se non, peggio ancora, la violenza con cui trattiamo i nostri anziani. E poi la relazione, non sempre facile, con operatori sanitari e medici.

Ecco a voi una parte dell’incipit:

“Mi porterebbe a casa, adesso?” chiede mia madre. Mi dà del lei, non ha idea di chi io sia.
Siamo sul divano a leggere, io un e-book, lei la sua rivista.

“Guardati intorno, sei già casa, mamma” le dico e lei pronta obbedisce, come avesse acquisito un’inconscia consapevolezza che di quella sua mente non può più fidarsi e che le cose che pensa vanno verificate.
Volenterosa volta il capo a destra e sinistra ma la credenza, il tavolo, le sedie, le tende che lei stessa ha scelto, questo stesso luogo in cui ha trascorso gli ultimi sessant’anni non le dicono più nulla.
Glielo si legge in volto questa mancanza di familiare, come se tutto le fosse diventato estraneo, come se qualcuno ne avesse estirpato i ricordi lasciando solo un involucro svuotato a lei indifferente.
Eppure in questa landa desolata cui a volte assomiglia la sua mente, la mia richiesta ha fatto presa e lei, in qualche modo, avverte che le si impone una risposta. E allora fa quello che già altre volte le ho visto fare; non sapendo cosa dire si trae d’impaccio ripiegandosi su di sé e tornando alla stessa pagina di quella stessa rivista che legge infinite volte.
Attendo. Non ho motivo di farmi prendere dallo sconforto perché mia madre non mi ha riconosciuto. S’impara. Lentamente ma s’impara.

 

Ed ora un po’ di link per l’acquisto: Amazon, Feltrinelli, Il mio libro, Bookrepublic, GPlay, Timreading, Barnes and Noble, Rizzoli, Kobo, Feedbooks, Streetlib.

Questo invece è il sito del libro: http://www.scrical.it/storiademenzasenile/


 

Broken
Daniela Ruggero
Ebook: 1.75 €

BrokenTrama: Giulia e Manuel sono nati e cresciuti nello stesso quartiere, respirando la stessa aria e vivendo nelle stesse regole. Crescono correndo tra la polvere e il cemento, diventando l’uno l’estensione dell’altra fino a quando da adolescenti la loro amicizia diventa amore. Ma il destino implacabile si abbatte su di loro e i sospiri dell’adolescenza si trasformano in tormento. Spezzati dagli eventi si ritrovano dopo quindici anni bruciando tra le fiamme del passato che li ossessiona. Amore e dolore, tradimento e violenza sono gli ingredienti della loro vita.
Destinati a vivere insieme, condannati a separarsi, saranno vittime del loro amore disperato.

Un piccolo estratto da Broken:

Come ogni notte Giulia si sveglia con il cuore che salta nel petto, il respiro corto e la testa che pulsa.
La sensazione di annegare la afferra per la gola.
Ogni odore.
Ogni rumore.
Ogni respiro.
Ogni parola.
Ricorda ogni cosa come se stesse rivivendo passo dopo passo gli scampoli di una vita mai sepolta.
Dove sei adesso?
Allunga la mano e afferra la bottiglia dell’acqua sorseggiandola poi, ritorna con la testa sul morbido cuscino, alla sua morbida vita.
Chiude gli occhi, ma il viso tumefatto della sua ultima cliente le si è impresso nella mente come una pellicola troppo nitida. Ripercorre la sua testimonianza in tribunale, gli occhi accesi dal dolore, le cicatrici sulle guance e nell’anima.
“Solo dopo che mi ha ridotta in fin di vita massacrandomi di calci e pugni ho dovuto ammettere che l’uomo che ho sposato era in realtà un sadico alcolizzato”, ha detto tremando.
Inspira aggrappandosi alla sua finta lucidità, ma si lascia naufragare risucchiata nel mulinello del dolore.
Una lacrima le scende lungo le guance mentre un’ombra nera si allunga su di lei.
Rivive la speranza di quella corsa disperata, alla ricerca di una via di fuga dal suo carnefice.

Link all’acquisto: Amazon.


Ma che libri questa settimana! Ce n’è di tutti i gusti! Che dire Lettori, ne prenderete qualcuno?

Fatemi sapere…

Scheggia

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura.
Entro in libreria ogni volta che ne ho l’occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza.
Amo il mondo dei libri e dell’editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci.
Io continuo a sperare!

One Reply to “[Autori Emergenti] Segnalazioni #6”

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.