I libri e… le tue prime 50 pagine.

      4 Comments on I libri e… le tue prime 50 pagine.

Buongiorno Lettori,

oggi è una giornata molto particolare. Sto impazzendo sulla relazione da fare per lo stage universitario e intanto penso ad altre mille cose da fare. Avete presente quando avete miliardi di cose da fare e passate più tempo a capire come farle, piuttosto che attivarvi?
Ecco. Questa sono io.

Ed è proprio su come sono fatta io che oggi ho ideato questo post, sperando di scoprire anche i vostri pareri, le vostre opinioni.
Da cosa nasce questo post? Girando su facebook e sui vari gruppi che frequento, oltre ai blog che leggo frequentemente, mi sono tornati alla mente dei titoli, dei libri che io proprio non sono riuscita a leggere. E non del tipo “Ero quasi alla fine e ho mollato” ma più del tipo “entro le prime 50 pagine”

E allora eccoci qui, vi parlo di quei libri che ho abbandonato quasi subito, per niente catturata dalle loro parole. Ma si sa, sono io che sono storta.

Bianca come il latte, rossa come il sangue
Alessandro D’Avenia

Il dardo e la rosa
Jacqueline Carey

Le sette sorelle
Lucinda Riley

Tre libri ma sicuramente ne ritroverò altri nella mia libreria, o sparsi chissà dove. La verità è che sono tre libri che avevo iniziato con alcune aspettative. Bianca come il latte, rossa come il sangue era un vero e proprio caso editoriale, con vendite altissime e tanta pubblicità. Molte persone l’avevano amato, se ne parlava bene ovunque, così l’ho comprato anche io… peccato che non sono adatta a quel genere di libri e dopo poche pagine ho dovuto abbandonarlo, incapace di continuare una lettura che non mi coinvolgeva. Potrei dire che lo leggerò più avanti, ma non credo di farlo, perché non è proprio il mio genere.

La saga della Carey l’avevo regalata (il primo volume), incuriosita io stessa dalla cover tanto bella e dalla trama interessante. Il destinatario del regalo l’ha molto apprezzato e in seguito avevo iniziato a leggerlo anche io ma ahimè, l’ho trovato all’inizio troppo esagerato, tanto da annoiarmi e, vista la quantità di pagine, l’ho abbandonato per evitare di ritrovarmi con un libro per mesi.

E arriviamo alle Sette sorelle che proprio non fanno per me. Non sono riuscita ad entrare in empatia con la protagonista e con l’ambientazione. Un libro in cui avevo riposto tante aspettative e che invece non fa proprio per me. Ma son io gente, perché tante ragazze hanno amato (e continuano ad amare) questa lunga serie delle Sette sorelle di Lucinda Riley.

E voi Lettori, avete i libri da “50 pagine”, quelli che proprio non siete riusciti a mandare giù, tanto da abbandonarli dopo pochissime pagine?

Scheggia

 

buzzoole code

About Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

4 thoughts on “I libri e… le tue prime 50 pagine.

  1. elladilibrielibrai

    Ciao =)! Di tutti i libri, da te citati, ho letto solo ” Bianca come il latte, rossa come il sangue “, un libro adorato e amato, ma ho versato troppe lacrime… >.<, e non parliamo del film XD!
    Ella

    Reply
  2. elerien

    Ho appena finito “Le sette sorelle” e mi è piaciuto molto. Però credo che sia un libro che o ti prende o non ti prende. Non credo lasci vie di mezzo =)

    Reply
    1. Scheggia Post author

      La penso come te. In molte l’hanno amato da subito. A me invece non ha preso per niente, però sono felice che ti sia piaciuto, perché così ti sei goduta un libro 😃

      Reply

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.