[Le Saghe Letterarie] Shadowhunters – Città di Vetro

Buon sabato miei cari Lettori!
Oggi c’è l’appuntamento settimanale con Le Saghe Letterarie. Vi anticipo che i prossimi tre libri della saga saranno recensiti prossimamente perché il prossimo sabato e per tutto il mese di marzo, la saga letteraria sarà: Lux di J.L. Armentrout.

Città di Vetro conclude il primo arco narrativo.
Dove eravamo rimasti?
Jace e Clary sono fratello e sorella e lui ha deciso di rinunciare a lei; la mamma di Clary è ancora sotto l’effetto di un incanto e Valentine è più pazzo di sempre.
Questo è il libro che svela parte dei misteri.

Vediamo intanto la nostra solida scheda.

Titolo: Shadowhunters – Città di Vetro
Autore: Cassandra Clare
Casa Editrice: Mondadori
Prezzo: 10.50 €
Ebook: 6.99 €


Trama:

Clary era convinta di essere una ragazza come tante e invece non solo è una Shadowhunter, una cacciatrice di demoni, ma ha anche l’eccezionale potere di creare rune magiche. Per salvare sua madre, ridotta in fin di vita dalla magia nera del padre Valentine, Clary deve addentrarsi nella Città di Vetro, luogo d’origine degli Shadowhunters, insieme al fratello Jace e al suo migliore amico Simon. Con Valentine che chiama a raccolta tutti i suoi poteri per distruggerli, l’unica possibilità per gli Shadowhunters è stringere un patto con i nemici di sempre: i Figli della Notte, i Nascosti e il Popolo Fatato. E mentre Jace si rende conto poco a poco di quanto sia disposto a rischiare per Clary, lei deve imparare a controllare al più presto i suoi nuovi poteri. L’amore è un peccato mortale… e i segreti del passato rischiano di essere fatali.


La cosa bella che abbiamo scoperto è che Clary ha il potere più figo di tutti: è in grado di creare delle rune nuove mai viste prima. Forse è banale che proprio lei abbia il potere più bello però è talmente carina questa idea, che la perdono all’autrice.

Questo è il libro che mette fine al primo arco, alla parte dedicata a Valentine: il secondo arco cambia anche nei titoli, dando degli indizi su qualcosa di nuovo.
C’è da dire che non mi piace proprio la copertina ma non è una novità.
È sicuramente da leggere se avete letto i precedenti: è una saga che non si può abbandonare a metà perché è tutti i pezzi del puzzle vanno messi al loro posto, tuttavia vi assicuro che è necessario leggere anche Città degli angeli caduti e quelli a seguire per avere davvero un finale degno per questa saga.
Io ho scoperto che non mi disturba leggere tanti libri di una stessa saga se scritti bene!

Ho deciso di darvi poche informazioni per evitare spoiler: faremo un bel riassunto di tutti e tre i libri prima di affrontare Città degli angeli caduti.

Allora, chi di voi ha letto questo libro?
Come vi è sembrato?


Scheggia

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura.
Entro in libreria ogni volta che ne ho l’occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza.
Amo il mondo dei libri e dell’editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci.
Io continuo a sperare!

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.