L’importanza della copertina. Come scegliete un libro?

Salve Lettori!
Oggi voglio parlare con voi della copertina del libro.
Quanto è importante per voi?
Con l’avvento degli ebook c’è chi inizia a dire che la copertina abbia perso significato, ma c’è anche chi la continua a reputare importante.
Ogni ebook è dotato di una copertina digitale, in bianco e nero se parliamo di un Kindle o a colori se si legge da un tablet.
Io però voglio parlarvi della copertina dei libri cartacei.
Quando entrate in libreria, quanto vi aiuta una copertina a scegliere? Ed è capitato di non comprare un libro per colpa sua?
A me ultimamente non piacciono le copertine dei romanzi della Garzanti: non so perché ma trovo un po’ inutile l’utilizzo di tutti quei volti, non m’invogliano all’acquisto così come le copertine di alcuni libri Newton.
Una copertina molto bella è quella de La Chimera di Praga, con una piuma azzurra sopra.
La copertina de La chimera di Praga.
La piuma la trovo bellissima.
Mi piace vedere immagini che possono ispirare una qualche emozione, così come non sopporto i cambi copertina in occasione dell’uscita di film e serie tv, mettendoci gli attori.
I classici per me sono un discorso a parte.
Sono bellissime le copertine Garzanti, quelle Mondadori e Giunti.

I miserabili nell’edizione Garzanti

I nuovi passe-partout della Giunti

Anna Karenina Oscar Mondadori
Ammetto però che ho un debole per i Mini Mammut della Newton.
Ne compro il più possibile e li metto in libreria in ordine crescente. Le immagini sulla copertina non sono bellissime però tutto l’insieme è davvero bello, con quei colori accesi che vengono usati per questi volumi.
I mini mammut della Newton.

Per me la copertina è importante però cerco anche di guardare oltre, leggendo sempre la trama per dargli una possibilità.

Poi se la trama non funziona… quella è un’altra storia.
E per voi Lettori, quanto conta? Parliamone insieme…
Scheggia

About Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.