Più Libri Più Liberi 2016. Il mio breve, ma intenso, giro tra i libri.

Buongiorno Lettori e buon inizio di settimana!

Oggi voglio parlarvi, oltre che del freddo che provo da quando è arrivato l’inverno e della voglia costante di vivere sotto un piumone, anche della mia esperienza a Più Libri Più Liberi il giorno 11 dicembre. Come ormai ben sapete, la Fiera della Piccola e Media Editoria si tiene ogni anno a Dicembre ed accoglie davvero tantissime case editrici nel Palazzo dei Congressi all’EUR a Roma. Quest’anno ero indecisa se andare, avendo tantissimi impegni, poi però ieri pomeriggio sono riuscita a fare una passeggiata e anche se non ho assistito ai vari Talk, ho vagato tra i vari Stand alla ricerca di qualcosa che alla fine ho trovato!

La mia esperienza si racconta attraverso l’incontro con due Case Editrici: Kimerik e La Corte.

Ero stata invitata alla presentazione di Ho imparato a Sognare di Michele Orione, ma essendo alle 19:00 non potevo partecipare. Ho deciso di passare allo stand della Kimerik, conoscendo questa casa editrice da mesi e ho acquistato il libro insieme a Il Prezzo del domani di Mirko Valerio, che conosco ormai da mesi e che volevo avere in versione cartacea. Michele Orione era presente allo stand e oltre ad essere una persona davvero gentile, mi ha firmato il libro con dedica.

La seconda Casa Editrice, incontrata un po’ per caso è La Corte. Vagavo per la fiera alla ricerca di un Fantasy e non avendo molto tempo, volevo qualcosa che mi colpisse già dalla copertina, qualcosa che ad occhio già mi conquistasse. Salendo al piano di sopra ho trovato questa casa editrice che, nel suo stand, aveva un bellissimo poster raffigurante la cover di Millennials di Fabio Cicolani. E in quel momento mi sono fermata perché il libro aveva una cover così bella (ricorda molto i fumetti) che non potevo farmi scappare. E allora l’ho fatto! Ho preso Millennials e poi, continuando a sbirciare i vari titoli esposti, ho preso anche L’accademia di Anjur di Federica Petroni e Il cacciatore di Ombre di Eleonora Rossetti.

Fabio Cicolani era presente allo stand e mi ha lasciato una dedica bellissima, che vi farò leggere la prossima volta.

Non so come saranno questi libri che ho comprato ma un po’ di cose le devo dire: agli stand c’erano delle persone gentilissime, interessate a far conoscere i libri e le proprie pubblicazioni; gli autori erano disponibili a parlare e a farsi fare qualche domanda, inoltre ho notato che moltissimi stand (compresi quelli dove sono stata) offrivano lo sconto fiera, che ormai non va dato per scontato (e scusate il gioco di parole).

Nel complesso l’esperienza è stata breve ma intensa e molto piacevole. Sono contenta di aver comprato questi libri e spero che siano davvero belli! Io ci spero tanto!

Voi anche siete andati a Più Libri Più Liberi? Vi è piaciuta?

 

Scheggia

About Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.