[Recensione] Aurora Rising di Amie Kaufman e Jay Kristoff

Review Party, Aurora Rising, blog, mondadori, io resto a casa, fantascienza, amie Kaufman, Jay kristoff, illuminae, fantascienza, alieni

Buongiorno Lettori!

Stamattina ci siamo svegliati in zona rossa e paradossalmente oggi vi parlo di un libro che quasi spaventa in questo periodo.
Aurora Rising mi aveva incuriosito già dalla sua uscita in lingua originale, quindi non vedevo l’ora di leggerlo in italiano.
Un piccolo avvertimento: leggete questo libro, ma non fatevi suggestionare, soprattutto in questo periodo! Alla fine del post vi lascio il banner con tutti i blogger partecipanti.

Review Party, Aurora Rising, blog, mondadori, io resto a casa, fantascienza, mie Kaufmann, Jay kristoff, illuminae, fantascienza, alieni, nevernight, spazio aperto,Aurora Rising
Amie Kaufman, Jay Kristoff
Mondadori
Prezzo: 19.90 €
eBook: 9.99 €

Trama: Anno 2380: ai cadetti dell’ultimo anno dell’Accademia Aurora sta per essere affidata la prima vera missione. Tyler Jones sa che, proprio perché è il migliore del suo anno, potrà reclutare la squadra dei suoi sogni. Peccato che, a causa del suo comportamento sconsiderato, come punizione gli vengano assegnati d’ufficio i cadetti scartati da tutti gli altri capisquadra, quelli con cui nessuno vorrebbe mai lavorare. Proprio lui, l’allievo più talentuoso dell’Accademia sarà al comando di una vera e propria banda di disperati: una diplomatica, cintura nera di sarcasmo, una scienziata sociopatica con la tendenza a sparare ai suoi compagni, uno smanettone geniale e dall’ironia pungente, un guerriero alieno con seri problemi di gestione della rabbia, una pilota abilissima con un leggerissimo debole per Tyler. Ma non è nemmeno questo il suo problema principale. Infatti, solo dopo aver risvegliato da un sonno lungo duecento anni la misteriosa Aurora Jie-Lin O’Malley, Ty scopre che proprio lei potrebbe innescare una guerra rimasta a lungo sopita e che, ironicamente, proprio la sua squadra di disperati potrebbe essere l’ultima speranza di salvezza per l’intera galassia. Comunque: niente panico!

Divisore Scheggia

L’accoppiata Kaufman/Kristoff vince ancora.
Dopo Illuminae_file, tornano con un lavoro a quattro mani, sempre ambientato nello spazio sconfinato, pronti a pilotare navi sull’orlo del collasso, con ragazzi che scappano da morte certa.
Li adoro!
Questa coppia di scrittori funziona, perché sanno creare storie che catturano, che coinvolgono e sanno creare un mix esplosivo tra combattimenti, inseguimenti, rompicapo e un po’ di Young adult e amore che non guastano mai.

In Aurora Rising abbiamo un romanzo molto più completo rispetto a Illuminae, perché mancano quegli elementi, come i rapporti o le chat, molto presenti e fondamentali nella precedente trilogia, in favore di descrizioni e veri e propri capitoli. In alcuni momenti però ho immaginato una sorta di incontro tra Ty, Aurora e tutta la squadra, con i personaggi di Illumanae (magari!).

Con uno stile piacevole e scorrevole, da subito si entra un po’ nel vivo della narrazione: la scoperta e la salvezza di Aurora, la sua stranezza e tutte le coincidenze che la porteranno a viaggiare con Tyler, Scarlett, Finian, Cat, Zila e Kal.

Sicuramente, almeno all’inizio, uno degli elementi che destabilizza è la presenza di tantissimi POV, perché ogni capitolo è dedicato a un personaggio che narra una determinata situazione. Si fatica ad apprezzare i tratti di alcuni di loro, perché c’è sempre un cambio repentino.
Con il trascorrere della storia però ho imparato ad apprezzare quasi tutti questi ragazzi, ovviamente avendo dei preferiti e iniziando ad avere delle ship del cuore.
Tyler è il classico bravo ragazzo, ma il suo continuo riferimento alla fede è qualcosa di particolare, che spesso mi ha fatto riflettere sull’idea di futuro e cambiamento.
Al momento i personaggi che apprezzo di meno sono Scarlett e Cat, mentre sono decisamente affascinata da Aurora, una vera potenza, Kal, Finian e Zila, che adoro e che vorrei molto più presente.

Come vi dicevo, c’è anche la componente amorosa, che ho apprezzato tantissimo, ma devo dire che in alcuni punti mi ha ricordato un po’ Twilight. Non dico altro eh, adoro la coppia che al momento mi verrebbe da definire “principale” però c’è davvero una forte componente alla Twilight.

È un libro che non ha un solo cattivo, ma più elementi si combinano per la creazione di tanti ostacoli mentre si va alla ricerca della verità; sicuramente le ultime settanta pagine danno una svolta più che interessante alla narrazione, soprattutto per i diversi colpi di scena (e per il periodo che stiamo vivendo).
Questo è un libro che mischia elementi tecnologici e prettamente fantascientifici, a elementi più tradizionali, come potrebbe esser definita la fede e tutte le credenze di un popolo.

Una menzione speciale va a Magellano: non sarai Aiden, ma sei in lizza per diventare tra i miei “personaggi” preferiti.
Sicuramente un ottimo primo capitolo. Adesso voglio il seguito!

Siete incuriositi da Aurora Rising? Per gli amanti di Illuminae questa lettura è perfetta!

Scheggia

Review Party, Aurora Rising, blog, mondadori, io resto a casa, fantascienza, amie Kaufman, Jay kristoff, illuminae, fantascienza, alieni, calendario

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

One Reply to “[Recensione] Aurora Rising di Amie Kaufman e Jay Kristoff”

  1. Ho letto la trilogia di Nevernight, sebbene si tratti di un genere che non amo particolarmente. Ma questo romanzo non credo che lo leggerò ☺️☺️☺️

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.