[Recensione] Da diversa prospettiva di Veronica Orlandini

Buon lunedì Lettori!

Io inizio la settimana con gli occhi abbottonati dal sonno! Stamattina vagavo come uno zombie per casa, cercando di prendere il latte per darmi un po’ di energia. Sapete, faccio parte di quel gruppo di persone che, non è mattina se non c’è il latte, infatti a casa ho sempre due o tre bottiglie di Zymil.

Oggi comunque voglio parlarvi di un libro letto recentemente, proprio in questi giorni a dire il vero, che mi è stato inviato dall’autrice per una recensione. Ovviamente, come se ormai non si sapesse, ho ritardato la recensione per tanti motivi, ma ora eccomi qui, pronta a recuperare.

Da diversa prospettiva
Veronica Orlandini
Silele
Prezzo: 10.20 €

Trama: Racconti brevi basati sul guardare da diversa prospettiva gli avvenimenti più o meno quotidiani di tutti noi. A volte può essere divertente, interessante e maggiormente comprensibile osservare il quotidiano sganciando la mente da ciò che ci viene imposto da un atteggiamento istituzionalizzato.

Da diversa prospettiva, come già descritto in trama, è una serie di racconti brevi analizzati da una prospettiva diversa dalla solita. La raccolta è composta da 16 racconti che vengono elencati all’inizio del libro e introdotti per essere informati di chi saranno i protagonisti.

Di tutti i racconti alcuni li ho trovati migliori di altri, così come per carattere mi sono ritrovata in alcuni come ad esempio in Esami tossicologici che mi ha strappato un sorriso e un po’ d’amarezza.

La raccolta è piacevole, anche se alcuni racconti li ho trovati un po’ approssimativi e da una prospettiva non così diversa, come ad esempio il racconto natalizio, poiché ormai è quasi la normalità trovare chi odia le feste.

I personaggi vengono descritti e conosciuti tramite le situazioni, quindi l’automobile la si conosce tramite la sua routine mattutina nel traffico, le farfalle tramite le loro decisioni leggere.

Lo stile è fluido e i racconti si leggono in poco tempo; sono molto brevi e questo permette di concludere facilmente ogni storia. Le ambientazioni variano continuamente ed è un bene perché non si ha l’idea di rimanere sullo stesso racconto.

Sicuramente è una raccolta che mostra un bel po’ di originalità e secondo me avrebbe reso maggiormente se fosse stata approfondita, perché alcuni racconti sembrano terminare troppo presto, come se mancasse qualcosa.

Sono dei bei racconti che consiglio di leggere per cambiare dai soliti romanzi. Io non sono molto tipa da racconti, lo ammetto, ma questa è stata una piacevole lettura.

E voi avete già letto questo libro? Lo leggerete?

Scheggia

 

About Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

2 thoughts on “[Recensione] Da diversa prospettiva di Veronica Orlandini

  1. Siannalyn

    Ciao! 🙂 Non conoscevo questo libro ma sembra promettente, anche se, da quello che hai scritto, sembra che l’autrice avrebbe potuto fare qualcosina di più 🙂

    Reply

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.