[Recensione] #Disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione di Andrea Franzoso

Buon pomeriggio Lettori!

Oggi torno con la recensione di un libro un po’ diverso, forte per la verità delle sue pagine, ma scritto in modo semplice, così da essere adatto sia per gli adulti che per i ragazzi.
Oggi vi parlo di #Disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione di Andrea Franzoso, che racconta la sua vicenda all’interno di FNM con lo scandalo delle Spese Pazze. Grazie DeAgostini per la copia digitale.

#Disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione
Andrea Franzoso
DeAgostini
Prezzo: 12.90 €
eBook: 6.99 €

Trama: Da piccolo Andrea era obbediente, riservato, timido. Tanto che di fronte alla prepotenza non sapeva come reagire, e quando un gruppo di bulli l’ha preso di mira ha preferito cambiare scuola pur di levarseli di torno. Poi è cresciuto, ha studiato, lavorato sodo e dopo mille fatiche ed esperienze diverse ha trovato la stabilità e un posto di lavoro in un’azienda pubblica. E proprio allora, tra i suoi superiori, ha incrociato altri bulli, che approfittavano delle loro posizioni di vertice per imporre le loro regole e tessere i loro giochi di potere. Uno di questi, il presidente, rubava: utilizzava i soldi dell’azienda per spese personali, sotto gli occhi di molti colleghi che fingevano di non vedere, per indifferenza o paura. Questa volta Andrea ha deciso di reagire e ha denunciato tutto, senza preoccuparsi delle conseguenze e delle ritorsioni, che inevitabilmente sono arrivate. Da quel giorno la sua vita è cambiata, ma nel modo più imprevedibile. Ha scoperto che non puoi essere davvero libero se non sei onesto con te stesso e con gli altri. E che spesso il nemico più grande non è il bullo ma la paura: sconfitta quella, ti si apre un universo di possibilità.
Età di lettura: da 10 anni.

C’era in gioco qualcosa di più grande: la mia dignità, ciò che sono, ciò che voglio essere.

#Disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione di Andrea Franzoso è il libro che racconta quanto accaduto allo scrittore, prima dipendente di FNM (Ferrovie Nord Milano), che si è ritrovato a denunciare le spese pazze dei suoi superiori, permettendo così di mettere in luce quanto accadeva nell’azienda.
Andrea si racconta con parole semplici, parlando di lui, delle sue aspirazioni, della famiglia e del suo essere sempre in movimento, fino a quando approda in FNM al reparto Internal Audit, dove si occupa di controllare che non ci siano sprechi, frodi e altre situazioni del genere.

È una storia che viene raccontata con semplicità perché non è uno di quei libri di politica che parlano del paese con termini economici ed esagerati; Franzoso vuole arrivare ai lettori, a tutti, e lo fa con una scrittura basica, parla come se fosse una semplice storia e non il racconto di un periodo buio, pieno di problemi derivati da un’azione giusta.

I vocaboli o i modi di dire comunemente usati per definire chi segnala ingiustizie hanno tutti un’eccezione negativa: delatore, spione, talpa, gola profonda, informatore, sicofante, infame…

È una vicenda che scotta, quella raccontata da Andrea, ed è una vicenda che fa arrabbiare chi legge.
Andrea che denuncia. Andrea che viene messo in un angolo. Andrea che perde il lavoro. Andrea che si demoralizza. Andrea che si rialza.
È una storia che è finita sui giornali, che si conosce pezzo per pezzo, eppure in queste poche pagine si ha la possibilità di scoprire chi è davvero Andrea, perché è lui che si mette a nudo.
In un libro dedicato a tutti, anche ai ragazzi, Andrea afferma di essere un disobbediente, perché viviamo in un mondo dove l’onestà è l’eccezione, dove il bullo potrebbe farla franca e chi denuncia viene tacciato d’essere uno spione.

È un mondo al contrario, ma lui ha provato a essere “diverso” e lo racconta in questo libro, davvero adatto ai ragazzi, perché privo di parti politiche e posizioni diverse da quella del protagonista, che semplicemente cerca di fare la cosa giusta.

Un libro che ho apprezzato per la sua semplicità, per l’assenza di commenti inappropriati e per la sua brevità perché evita di dilungarsi in capitoli inutili; Franzoso arriva dritto al punto, disobbediente, forse, anche in questo aspetto.

Un libro forse neanche troppo facile per l’argomento trattato, eppure è giusto dedicargli del tempo per scoprire a fondo una vicenda italiana; Franzoso gira anche nelle scuole per far conoscere non solo la vicenda, ma per parlare ai ragazzi, per far capire che è giusto essere disobbedienti, quando si tratta di essere onesti.

Scheggia

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

4 Replies to “[Recensione] #Disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione di Andrea Franzoso

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.