[Recensione] «Domino Letterario» Ogni piccola bugia di Alice Feeney

Buongiorno Lettori!

Stamattina mi sono svegliata davvero felice! Ieri ho passato una giornata stupenda, all’insegna della gioia, dell’amicizia e dei libri. Insomma, come dico io, una pacchia!
E le notizie belle non finiscono, perché oggi vi parlerò di un libro che mi ha letteralmente conquistata, con una storia così strana e particolare da far accapponare la pelle, lasciandoti per ore un forte senso di inquietudine.
Oggi, in occasione del Domino Letterario di Aprile, vi parlo di Ogni piccola bugia di Alice Feeney, edito Nord, un libro che desideravo da tanto e che ho avuto l’occasione di acquistare a Tempo di Libri.

Ogni piccola bugia
Alice Feeney
Nord Editore
Prezzo: 16.90 €
eBook: Non disponibile

Trama: Il mondo intorno a lei è fatto solo di suoni, rumori, voci. Ed è grazie a quelle voci frammentarie e confuse che Amber Reynolds capisce di aver avuto un incidente d’auto e di essere in una stanza di ospedale. In coma. Amber non ricorda nulla di quanto le è accaduto, e una domanda la perseguita da subito: com’è possibile? Io non guido quasi mai… Poi, tra quelle voci ne riconosce due, che diventeranno il suo unico contatto con l’esterno. Quelle di suo marito e di sua sorella. Ignari che Amber li possa sentire, i due discutono, litigano, rivelano dettagli e indizi. E lei si rende conto di non potersi fidare. Entrambi hanno qualcosa da nascondere. E, forse, non sono un’ancora di salvezza, bensì un pericolo vicino e insidioso. No, l’unico modo per scoprire cosa le è successo è ricostruire nella sua mente, passo dopo passo, gli eventi dell’ultima settimana, fino al momento dell’«incidente». Ma Amber ha paura. È impotente, in balia di chi le sta intorno. Come l’uomo che si accosta al suo letto la sera, quando gli altri sono andati via. E che le sussurra all’orecchio velate e inquietanti minacce… Amber deve svegliarsi, prima che sia troppo tardi. Perché anche lei ha un segreto da proteggere. Anche lei ha un piano da portare a termine.

Ogni piccola bugia è la storia di Amber, una donna che già dalle prime pagine ci rivela un grande segreto: è in coma ma ha la percezione di ciò che le accade intorno. Non vede, ma sente. Avverte gli odori di chi le sta intorno, le infermiere che le controllano i parametri vitali e la sistemano, rendendo il più possibile dignitosa la sua permanenza in ospedale. Ma cos’è successo? E perché Amber riesce a sentire tutto, in uno stato di coma?

Voglio vedermi come mi hanno visto loro. Voglio mettermi seduta, tendere una mano e toccarle. Voglio sentire di nuovo qualcosa. Qualunque cosa. Chiunque. Ho mille domande da fare. Credo di voler conoscere le risposte. 
Hanno usato di nuovo quella parola, quella che non voglio sentire. […] Coma.

La bellezza di alcuni libri, thriller soprattutto, è nel giusto livello di suspense, in grado di tenerti con il fiato sospeso senza annoiarti, in grado di darti piccole informazioni per poi interrompere quel flusso e darti una nuova rivelazione, un nuovo segreto, senza dare un punto a tutto prima della fine.

Ogni piccola bugia alterna tre tipi di capitoli: Prima, ovvero la storia di Amber nei giorni precedenti al suo incidente; Adesso, nei quali la Amber in coma ci racconta cosa succede nella sua stanza d’ospedale; Allora, dove attraverso le pagine di un diario scopriamo la storia di una bambina, di una famiglia e di un’amica d’infanzia.

È difficile evitare lo spoiler in questa recensione, ma dovete sapere che la Feeney, a mio parere con grande maestria, riesce a tenere alto l’interesse del lettore, con capitoli brevi, con una scrittura scorrevole ma non per questo banale, con un alternarsi dei capitoli che lascia col fiato sospeso fino alla fine, quando anche nel finale riesce a lasciare un alone di mistero che porta a cercare di capire tante cose.

I personaggi li vediamo con gli occhi di Amber e con il suo giudizio personale li riusciamo a disegnare nella nostra mente, in qualche modo obbligati dalle circostanze perché ovviamente è vediamo i pregi e i difetti che la stessa Amber ci racconta. Veniamo a conoscenza di una sola parte della vita di queste persone, quella che interagisce con la protagonista e il bello di questo romanzo è anche questo: lascia il mistero e dei punti bui che non svela.

Penso tantissimo al tempo, da quando l’ho perso. Qui le ore s’incollano le une alle altre ed è difficile staccarle. La gente discute del tempo che passa, ma, qui, in questa camera, non passa affatto. Striscia e indugia, imbratta i muri della mente con ricordi fangosi, impedendoti di vedere cos’hai davanti o dietro. Corrode quelli che bagna lungo le rive, e devo allontanarmi a nuovo, ho bisogno di raggiungere me stessa lungo la corrente.

Questo è un libro che si legge in pochissimo tempo, complice la voglia di scoprire cosa sia successo realmente ad Amber, non solo nel presente, ma anche nel passato e in quel prima che precede l’incidente. È un libro che merita di essere letto perché porta con sé la suspense dalla prima all’ultima pagina, portando il lettore a fare supposizioni continue, dalle più banali alle più complesse. Un thriller molto psicologico e inquietante che permette di avere continuamente le palpitazioni, con un finale che vi lascerà del tutto sconvolti.

E voi avete già letto questo libro? Se non l’avete fatto, vi consiglio di andare subito a comprarlo, così da godervi davvero un grande bella lettura.

Scheggia

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

12 Replies to “[Recensione] «Domino Letterario» Ogni piccola bugia di Alice Feeney

  1. me lo segno!!!! la sinossi già mi ispira e leggere il tuo parere mi ha dato un motivo in più!!!!

  2. Pur avendo visto questo libro qua e là non avevo idea di quale fosse l’argomento. E posso dire solo WOW! Sembra interessantissimo, il genere di romanzi che mi piace leggere! Il fatto che la protagonista sia in coma e che quindi possa solo immaginare e mettere insieme gli indizi ricevuti dall’esterno sembra una scelta davvero azzeccata! Lo metto subito in WL, grazie per avermelo fatto scoprire <3

  3. Magnifica recensione, come sempre! Questo romanzo lo conoscevo già e anche se non mi è piaciuto, sono felice di leggere di qualcuno che invece l’ha apprezzato. Forse un giorno una rilettura la farò ma per ora resta fra quelli che non mi hanno lasciato nulla.

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.