[Recensione] Il forno è ancora tiepido di Laura Barile

Buongiorno Lettori,

pronti per una recensione dolce dolce?
Giorni fa, come avrete avuto modo di vedere su Instagram, ho ricevuto un pacchetto (però pensavo fosse una multa) con un libro che non mi aspettavo, ovvero Il forno è ancora tiepido di Laura Barile, Edizioni Leima, che mi è stato inviato dalla mia amica Azzurra di Silenzio, sto leggendo.
Insomma, questo libro è davvero particolare, perché ha il formato e la stampa dei classici libri di ricette, questo perché non solo contiene un breve romanzo, ma anche delle ricette, o meglio, tutti quei dolci che vengono citati all’interno della storia.

Il forno è ancora tiepida, Laura Barile, Leima edizioni, romanzo, ricette, dolci, dolci casalinghi, dolci fatti in casa, ricette del cuore, infanzia, amore, matrimonio, figli, solitudineIl forno è ancora tiepido
Laura Barile
Edizioni Leima
Prezzo: 18.00 €

Trama: Sandra, Celeste, Nina, Anna, Veronica. Cinque donne diverse, ognuna con le proprie fragilità e paure, i propri sogni e desideri, si raccontano in prima persona in un intreccio sempre più toccante che culminerà in un finale corale. Le emozioni saranno tangibili, si darà il via a teneri ricordi e nuovi legami. Insieme troveranno il modo di alleggerire il cuore da pesi enormi e di addolcire il palato.

Divisore Scheggia

Ci sono romanzi brevi che tuttavia sanno farsi apprezzare per la loro semplicità. 
Quella che ci racconta Laura Barile è la storia soprattutto di Sandra, donna in grado di preparare dolci squisiti, che partecipa mensilmente a un club del libro, un modo per incontrare nuove persone che hanno una passione in comune, ovvero la lettura.
Tramite Facebook Sandra conosce Celeste che è l’ideatrice del gruppo e con lei instaura una profonda amicizia. A unirsi a queste due donne, ci saranno Anna, Nina e Veronica, legate tra loro senza saperlo.

È una storia semplice, dove i dolci sono protagonisti delle loro storie, custodi di ricordi d’infanzia e di vita, perfetti per addolcire quelle giornate storte, dove tutto sembra andar male.
Impastare, muovere le dita per creare qualcosa di buono da a Sandra la possibilità di mettere da parte il passato e andare avanti, ma ovviamente sarà nel rapporto con le amiche che troverà la forza di rialzarsi.

Sandra è una donna che porta un segreto dentro; Nina ha perso i genitori da piccola ma sta trovando la forza di rialzarsi dopo l’ennesima batosta; Celeste vuole mantenere una certa indipendenza, nonostante sia diventata madre e cerca un suo spazio personale; Anna convive con la sorella scorbutica ma ha tantissime storie da raccontare e Veronica invece sopporta una famiglia che non comprende le sue scelte.

Uno stile fluido, una scorrevolezza che permette di leggere questo libro in un pomeriggio, trascorrendo delle ore in compagnia di donne intelligenti e che affrontano diverse problematiche, ovviamente però se volete un po’ di atmosfera, vi consiglio di infornare uno dei dolci che troverete alla fine del libro, così da godervi la lettura con il profumo di zucchero nell’aria.

Eh si, perché se c’è qualcosa di davvero eccezionale in questo libro, sono le ricette alla fine, supportate anche dalla citazione all’interno della storia, che riporta il momento in cui si parla del dolce in questione.
Sono tutti semplici, di facile realizzazione, adatti a tutti.
Io, che ogni tanto voglio fare quella che mangia bene, avendo voglia di cambiare un po’ per colazione, ho deciso di realizzare la ciambella integrale (quella che trovate nella foto in alto). Devo dire che il risultato è eccellente!

Insomma, un ottimo libro che lascia anche aperta la possibilità per una storia futura, magari supportata da ulteriori ricette.
Se serve un uomo pasticciere per un eventuale seguito io consigliere qualcuno tipo lui…

ovviamente senza obbligo eh. È giusto un suggerimento!

Ho trovato questo piccolo libro davvero interessante e sono convinta sia un ottimo regalo da fare a chi vuol approcciarsi ai primi dolci, senza perdersi una storia davvero delicata e piacevole.

Scheggia

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.