[Recensione] Il regno corrotto di Leigh Bardugo

Review tour, Sei di corvi, Il regno corrotto, Leigh Bardugo, Mondadori, oscar fantastica, oscar vault, fantasy, Manisporche, Grishaverse, kaz brekker,

Buongiorno Lettori!

Esce oggi in libreria Il regno corrotto di Leigh Bardugo e noi siamo tutti felici! Noi chi? Bè io, un sacco di gente e spero anche voi!
Il regno corrotto è il secondo libro che conclude la parte di narrazione nel Grishaverse dedicata a Kaz Brekker e alla sua piccola banda di criminali, ma ve lo dico subito: mi piacerebbe tantissimo leggere altri libri con Kaz, Inej e tutti gli altri!

Il regno corrotto, Leigh Bardugo, Grishaverse, review party, blog tour, fantasy, Manisporche, ladri, Kaz Brekker, Oscar fantastica, Mondadori, Oscar vault, duologia, six of crown, crooked kingdomIl regno corrotto
Leigh Bardugo
Mondadori
Prezzo: 19.90 €
eBook: 9.99 €

Trama: Jesper non smetteva un attimo di tamburellare le dita sulle cosce. «Qualcuno ha per caso notato che l’intera città ci cerca, ce l’ha con noi o vuole farci fuori?» «E allora?» disse Kaz. «Be’, di solito è solo metà della città.» Kaz Brekker e la sua banda di disperati hanno appena portato a termine una missione dalla quale sembrava impossibile tornare sani e salvi. Ne avevano dubitato persino loro, a dirla proprio tutta. Ma rientrati a Ketterdam, non hanno il tempo di annoiarsi nemmeno un istante perché sono costretti a rimettere di nuovo tutto in discussione, e a giocarsi ogni cosa, vita compresa. Questa volta, però, traditi e indeboliti, dovranno prendere parte a una vera e propria guerra per le buie e tortuose strade della città contro un nemico potente, insidioso e dalle tante facce. A Ketterdam, infatti, si sono radunate vecchie e nuove conoscenze di Kaz e dei suoi, pronte a sfidare l’abilità di Manisporche e la lealtà dei compagni. Ma se i sei fuorilegge hanno una certezza è questa: dopo tutte le fughe rocambolesche, gli scampati pericoli, le sofferenze e le inevitabili batoste che hanno dovuto affrontare insieme, troveranno comunque il modo di rimanere in piedi. E forse di vincerla, in qualche modo, questa guerra, grazie alle rivoltelle di Jesper, al cervellone di Kaz, alla verve di Nina, all’abilità di Inej, al genio di Wylan e alla forza di Matthias. Una guerra che per loro significa una possibilità di vendetta e redenzione e che sarà decisiva per il destino del mondo Grisha.

Divisore Scheggia

Questa serie per me è stata una bellissima scoperta! Volevo leggerla da tantissimo tempo, ma per la particolarità dell’ambientazione credevo di non avere le capacità di leggerla in inglese, quindi sono stata contentissima quando la Mondadori ne ha annunciato la pubblicazione.
In questo secondo volume sono passati pochi giorni dal rapimento di Inej e tutti sono impegnati a mettere a punto un piano per portarla via dalle grinfie di Van Eck.
Ci ritroviamo da subito nelle atmosfere che la Bardugo è in grado di creare: una serie di complicazioni e guai che rischiano di far fallire ogni piano e poi i sentimenti, soprattutto quelli di Kaz, che vuole nasconderli a ogni costo.

Kaz resta il mio personaggio preferito insieme ad Inej.
Il tipo di narrazione, che permette al lettore di scoprire la vita di ognuno di loro senza dovercela raccontare in un dialogo, consente di scoprire cosa si nasconde dietro gli sguardi persi e i gesti più incomprensibili. Quello che più si metterà a nudo sarà proprio Kaz, che quotidianamente lotta con i fantasmi del passato e si sforza di non lasciarsi andare ad una debolezza che già in precedenza l’ha tradito.

Si torna nei vicoli e nelle strade pericolosi, con tutti i problemi e le complicazioni che ne derivano, ma soprattutto si torna a fronteggiare i nemici nuovi e di sempre, contro Van Eck, Pekka Rollins e dei piani che sembrano essere ben più grandi di una banda di ragazzini che vogliono arricchirsi.

Che dire?
Adoro lo stile della Bardugo e ho apprezzato tantissimo il suo trattare i rapporti personali degli Scarti: non è mai banale e riesce a far capire tantissimo senza scadere nell’eccesso.
Il finale però un po’ è stato un colpo al cuore (non vi posso dire nulla, ovviamente, ma preparatevi) e un po’ mi ha deluso, semplicemente perché avrei voluto qualcosa in più e non mi sento del tutto sazia. Vorrei davvero leggere altro, soprattutto su Inej e Kaz, che nonostante tutto restano i miei preferiti.
L’autrice sa parlare delle difficoltà del crescere in mezzo al nulla, dove la delinquenza è all’ordine del giorno, in un posto dimenticato dai santi e sfruttato dai mercanti; ragazzini che dovrebbero crescere e ritrovarsi grandi dopo aver vissuto l’adolescenza, si ritrovano già adulti, alle prese con la difficoltà di sopravvivere ad ogni giorno, sfruttando ogni abile trucco per arrivare alla fine della giornata.

Una serie che mi è piaciuta e che sono contenta di aver letto; un universo che mi ha del tutto stregata e che spero di recuperare presto la prima trilogia, soprattutto perché in futuro uscirà il libro su Nikolai (se non ricordo male) quindi sono davvero curiosa!
Questa è una serie che merita di esser letta, soprattutto perché c’è la costruzione dettagliata dell’universo; si riesce a correre con Kaz e la sua banda, perdendosi nei loro vicoli, stravolti dagli imprevisti e dal potere dei Grisha.

Leggetelo!

Una serie che per me è stata una rivelazione. Mi aspettavo tanto e mi ha del tutto conquistata.
Leggete questa serie e non ve ne pentirete!
Di seguito vi lascio la lista di tutti i blog partecipanti al Blog Tour e al Review Tour e ringrazio Martina, Lettrice di sogni che ha organizzato con pazienza tutti questi eventi legati al primo e al secondo volume.

Scheggia

Review tour, Sei di corvi, Il regno corrotto, Leigh Bardugo, Mondadori, oscar fantastica, oscar vault, fantasy, Manisporche, Grishaverse, kaz brekker,

Review tour, Sei di corvi, Il regno corrotto, Leigh Bardugo, Mondadori, oscar fantastica, oscar vault, fantasy, Manisporche, Grishaverse, kaz brekker,

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.