[Recensione] La moglie del mercoledì di Catherine Bybee

Buon lunedì Lettori!

Questa settimana inizia con una recensione fresca fresca, questo perché non voglio perdere nulla di quello che ho letto ieri sera.

È già la seconda volta che faccio notte inoltrata per finire un libro e le mie occhiaie ringraziano di cuore!

Di che libro voglio parlarvi oggi? Bè di un libro particolare, che secondo me può far sognare molte donne, ovvero La moglie del mercoledì di Catherine Bybee e ringrazio la Leggereditore per avermi dato la possibilità di leggere questo romanzo piacevole come un dolce (e chi mi conosce sa quanto io sia innamorata dei dolci!)

Perché? Ve lo dico a breve…

Titolo: La moglie del Mercoledì
Autore: Catherine Bybee
Casa editrice: Leggereditore
Prezzo: 14.90 €
Ebook: 4.99 €

Trama: Blake Harrison è nobile, ricco, affascinante. E cerca moglie. Deve assolutamente trovarla entro una settimana, prima del suo trentacinquesimo compleanno, perché solo così potrà ereditare l’immenso patrimonio di suo padre. Quando decide di rivolgersi a un’agenzia matrimoniale, non immagina che di tutte le donne che le vengono proposte, quella che lo colpirà sarà proprio la titolare dell’agenzia, Samantha Elliot. Sam è una donna piuttosto sola, con un passato difficile alle spalle: della sua famiglia, un tempo tra le più in vista d’America, le rimane solo la sorella minore Jordan, gravemente malata. Così, quando Black le propone un contratto milionario che la impegna a essere sua moglie per un anno, decide di accettare, perché solo con quel denaro potrebbe far fronte alle spese per le cure di Jordan. Eppure, quello che nasce come un patto cinico e interessato dà vita in poco tempo a un’inaspettata complicità e si trasforma in qualcosa che va oltre la semplice attrazione fisica. Ma il tempo a loro disposizione sta per scadere, a meno che il destino non decida ancora una volta di stravolgere il corso delle loro esistenze…

Prima cosa da dire: la trama può sembrare scontata, qualcosa che sembra sia già stato letto, ma la storia è narrata con una dolcezza incredibile e ora vi racconterò perché, secondo me, questo libro lo dovete leggere se vi piace il genere.

Samantha Elliot è una donna che nella vita ha visto tutte le gioie scivolare via, a causa di un padre egoista e di una famiglia debole. Blake Harrison ha sempre odiato il padre e alla morte di questo si ritroverà davanti a un testamento difficile da rispettare per ereditare tutto ciò che il genitore aveva e per garantire alla madre e alla sorella il loro tenore di vita.

Poi Sam e Blake si incontrano e firmano un contratto.

Questo libro è come un cupcake con la panna sopra, di quelli magari con il cuore di cioccolato oppure un macaron, di quelli che piacciono a me con caramello e burro salato, che addenti un po’ alla volta, per paura di terminarlo.

Parliamone. Sam è una donna con gli attributi, una di quelle che ragiona e che muove i passi uno alla volta e con razionalità, mentre Blake è un uomo che nella vita ha sempre avuto tutto: donne, soldi e comodità. Il loro incontro è come un colpo di fulmine per lui, ma il bello è vedere come si snoda la loro storia in quello che è un gioco di finzione che evolve verso la realtà.

Non mancheranno le difficoltà, solite in romanzi di questo tipo ma devo dirvi davvero ciò che ho apprezzato di questo libro: il carattere di Blake. Non è un uomo che si alza la mattina e pensa solo a quanto è bello, a come le donne potrebbero cadere ai suoi piedi. No. Mostra un lato dolce, un carattere a volte vulnerabile e altre forte per proteggere Sam.
Samantha invece è una donna con forza di volontà, una di quelle che non ha bisogno sempre di piagnucolare e che invece prende la vita di petto. Insomma, una di quelle che non frigna dalla mattina alla sera e che annulla la sua volontà in presenza di un essere vivente del sesso opposto.
Non ci sono uomini che vogliono per forza portarsi Sam a letto, con cattive intenzioni. Il fulcro della storia sono Sam e Blake e loro restano.
È comunque presente l’antagonista, colui che vuole mettere in difficoltà la coppia ma avviene tutto con caratteristica eleganza.

E poi la copertina.
Ho voglia di sposarmi dopo averla vista! È delicata, chiara, piena di dolcezza. Una copertina che in qualche modo narra la trama del libro. Basterebbe vederla, senza leggere la trama, per essere convinti a comprarlo.

La somma di tutte queste cose che io ho apprezzato, mi hanno fatto amare questo libro. Ieri lo stavo finendo e non capivo, non volevo, non riuscivo a comprendere come in poche pagine tutto potesse finire, poi invece il finale è veramente bello e giusto! E secondo me non è frettoloso, anzi riesce a mantenere davvero la dolcezza che permea tutta la storia.

Se amate il genere, con delle piacevoli storie d’amore, non potete farvi scappare questo libro!

Voi l’avete letto? Lo leggerete?

Fatemi sapere…

Scheggia

 

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura.
Entro in libreria ogni volta che ne ho l’occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza.
Amo il mondo dei libri e dell’editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci.
Io continuo a sperare!

One Reply to “[Recensione] La moglie del mercoledì di Catherine Bybee”

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.