[Recensione] Rebel – Il deserto in fiamme di Alwyn Hamilton

Buongiorno Lettori anche se, per non terminare in modo diverso questo 2016, dovrei dire Buon pranzo vista l’ora.

In questo ultimo giorno del 2016 voglio lasciarvi un’ultima recensione su un libro letto per un gruppo di lettura, organizzato da La spacciatrice di Libri. Il libro è Rebel – Il deserto in fiamme di Alwyn Hamilton. 

Avrò chiuso in bellezza questo 2016? Vedremo!

Rebel – Il deserto in fiamme
Alwyn Hamilton
Giunti Editore
Prezzo: 6.90 €
eBook: 4.99 €

Trama: Amani non ha mai avuto dubbi: è sempre stata sicura che prima o poi avrebbe trovato una via di fuga dal deserto spietato e selvaggio in cui è nata. Andarsene è sempre stato nei suoi piani. Quello che invece non si aspettava era di dover fuggire per salvarsi la vita, in compagnia di un ricercato per alto tradimento. Tiratrice infallibile, per guadagnare i soldi necessari a realizzare il suo sogno Amani partecipa a una gara di tiro travestendosi da uomo. Tra gli avversari, il più temibile è Jin, il misterioso e affascinante Serpente dell’Est. Troppo tardi Amani scoprirà che Jin è un personaggio chiave nella lotta senza quartiere tra il Sultano del Miraji e il figlio in esilio, il Principe Ribelle. Ormai nota come il Bandito dagli Occhi Blu, Amani dovrà scappare con Jin attraverso un deserto durissimo e meraviglioso, popolato di personaggi e creature stupefacenti: i bellissimi e pericolosi Buraqi, fatti di sabbia e vento ma destinati a trasformarsi in magnifici destrieri per chi abbia l’ardire di domarli; i Djinni, capaci di evocare straordinarie illusioni; e ancora, indomite donne guerriere dalla pelle color oro e spietati skinwalker che divorano gli umani per assumerne le sembianze… Quando Amani e Jin si troveranno di fronte alle rovine di una città annientata da un fuoco di calore innaturale capiranno che la posta in gioco è più alta del loro destino. E il Bandito dagli Occhi Blu dovrà decidere se fidarsi del Serpente dell’Est e unirsi alla rivoluzione del Principe Ribelle…

Rebel – Il deserto in fiamme è il primo libro di una serie (in Italia è già uscito il secondo dal titolo Rebel – Il tradimento) ambientata nel deserto, dove la sabbia è una fedele compagna e allo stesso tempo una temibile assassina, dove creature misteriose si celano e spuntano fuori nella notte.

Accompagnati dalle leggende del Miraji, conosciamo Amani, una ragazza stufa di vivere a Dustwalk dove anche l’aria è fatta di ferro e polvere da sparo. Amani è ribelle in un paese dove essere donna non è facile e scappare ancora meno. Lei però ci proverà. Una sera sfiderà altri tiratori esperti in un locale, per guadagnare i soldi necessari alla sua fuga, per raggiungere la città a lei dipinta come un paradiso. Qui incontrerà Jin, il Serpente dell’Est e niente sarà come prima. Ci saranno combattimenti, fughe, rivelazioni e sentimenti.

Oserei dire una storia che ha tutti gli elementi per essere fantastica, per trascinarti nel vortice di un mondo così caldo e pieno di passioni.
La storia però scricchiola un po’. La trama è originale, interessante ma sembra che l’autrice abbia voluto fare una lunga corsa per arrivare al finale, spingendo il lettore a domandarsi: «Perché?»
Perché si corre così tanto?
Vengono proposti nomi di creature misteriose e si fa fatica a star dietro a queste se non si ha un glossario sotto mano o una continua spiegazione, così come avrei decisamente apprezzato una mappa della zona così da capire bene dove si stavano muovendo i protagonisti.

Mi è piaciuto il modo in cui si sviluppa un’iniziale storia d’amore, senza sfociare subito nel ti amerò per sempre, raccontata a piccole dosi e con lo stupore iniziale dei sentimenti.

I personaggi mi sono piaciuti, ho apprezzato l’idea di rivoluzione alla base del racconto e la presenza di persone diverse tra loro così come l’assenza di sterili gelosie e di triangoli che in questo libro non avrebbero avuto alcun senso.

Scritto in maniera semplice, scorrevole e privo di eccessive descrizioni, la Hamilton ci trascina in un mondo fantasy e anche decisamente attuale, un misto di finzione e realtà che ci permette di viaggiare nel deserto insieme ad Amani e Jin, osservando con occhi esterni il movimento della sabbia.

Un libro che vi consiglio di leggere se cercate una storia leggera e originale; si fa fatica a seguire le creature particolari, poi però si impara a conoscerle. Non leggerò subito il seguito, un po’ perché è una serie che a mio avviso permette di staccare un po’ senza doversi immergere in una lettura pazza e disperata, un po’ perché avendo la versione economica, aspetterò la stessa edizione per avere i volumi uguali in libreria.

Questa era l’ultima recensione dell’anno Lettori. Io spero che quest’anno di recensioni vi sia piaciuto e speriamo che il prossimo sia più bello ancora!

Scheggia

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura.
Entro in libreria ogni volta che ne ho l’occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza.
Amo il mondo dei libri e dell’editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci.
Io continuo a sperare!

2 Replies to “[Recensione] Rebel – Il deserto in fiamme di Alwyn Hamilton

  1. Sto scorrendo tutte le recensioni del gruppo adesso che ho un po’ di tempo e vedo che abbiamo avuto tutte le stesse impressioni…un libro un po’ caotico che promette però intrighi e colpi di scena interessanti. Ho amato l’ambientazione suggestiva, ma avrei preferito anche io poter avere a portata di mano un glossario o saperne di più su tutto il retroscena “divino”..forse ci sarebbero volute un centinaio di pagine in più, ma sarebbe stato più completo!

    Confido nel sequel, che visto accanto al primo libro è un vero e proprio mattone..magari l’autrice ha fatto ammenda dei suoi errori! ç_ç – Franci

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.