[Recensione] Ti aspettavo di J. Lynn

Salve Lettori!
È tempo di una nuova recensione.
Come avrete visto dalle novità, le saghe letterarie, soprattutto quelle fantasy e urban fantasy, saranno destinate al sabato.
Oggi invece voglio parlarvi di Ti aspettavo, un romanzo di J. Lynn di cui secondo me potevamo fare a meno.
In molte l’hanno letto e so che è stato anche molto apprezzato.
Io invece non l’ho apprezzato, anzi… 

Ma partiamo dalla scheda e dalla trama…

Titolo: Ti Aspettavo
Autore: J. Lynn
Casa Editrice: Nord
Prezzo: 9.90 €
Ebook: 2.99 €


Trama:


L’università è la sua via di fuga. Per troppi anni, dopo quella maledetta festa di Halloween, l’esistenza di Avery Morgansten è stata un incubo, e adesso lei può finalmente ricominciare da capo. Tutto ciò che deve fare è arrivare puntuale alle lezioni, mantenere un profilo basso e – magari – riuscire a stringere qualche nuova amicizia. Quello che deve assolutamente evitare, invece, è attirare l’attenzione dell’unico ragazzo che potrebbe mandare in frantumi il suo futuro… Cameron Hamilton è il sogno proibito delle studentesse del campus: fisico atletico e ammalianti occhi azzurri, è il classico ribelle dal quale una brava ragazza come Avery dovrebbe tenersi alla larga. Eppure Cam pare proprio spuntare ovunque, col suo atteggiamento disincantato, le simpatiche punzecchiature e quel sorriso irresistibile. E Avery non può ignorare il fatto che, ogni volta che sono insieme, il resto del mondo scompare e lei sente risvegliarsi quella parte di sé che pensava di aver perduto per sempre. Però, quando inizia a ricevere delle e-mail minacciose e delle strane telefonate notturne, Avery si rende conto che il passato non vuole lasciarla andare. Prima o poi la verità verrà a galla e, per superare anche quella prova, lei avrà bisogno d’aiuto. Ma la relazione con Cam sarà la colonna che la sorreggerà o lo «sbaglio» che la trascinerà a fondo?


Cos’è questo libro?
Io credo sia un pessimo esperimento della Armentrout. Eh si. 
J. Lynn è lo pseudonimo di Jennifer L. Armentrout, nota per le saghe Lux, Dark Elements, Covenant e Wicked.
Al momento ho letto la saga Lux (ne parleremo nei post dedicati alle saghe letterarie) e se Lux è l’inizio della sua carriera, non voglio credere che abbia avuto un tracollo di questo tipo con Ti aspettavo.

Perché?
Perché questo libro è un susseguirsi di pagine messe lì, senza emozioni (e da questa scrittrice io le emozioni le pretendo), senza trama, senza niente.
Avery è sciapa, scialba, senza carattere; Cameron è il solito bello e dannato. Sì, può andare bene, insomma un bel ragazzo fa sempre storia in un libro, ma se la bella e la bestia non hanno carattere, eh ragazze il libro non sarà poi così speciale.
Ed è così Ti Aspettavo.
Ti aspetti qualcosa ma non arriva niente.
Sì, loro sono attratti l’uno dall’altro (e sai che novità!) però la storia intorno è così moscia che tutto si ferma a loro due che si guardano, con occhi carichi di passione e… poi niente. Se volete sapere cosa succede ve lo dovete leggere, però io proprio non ve lo consiglio.

Ho letto questo libro perché era scontato con l’offerta del mese Kindle; prima avevo letto quelli della McGuire e questo è stato una totale delusione.

Non va proprio bene.



Che dire? Qualcuno di voi l’ha letto? Secondo me non merita proprio del tempo.
Chi di voi l’ha apprezzato? E chi invece proprio non l’ha amato?


Scheggia

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura.
Entro in libreria ogni volta che ne ho l’occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza.
Amo il mondo dei libri e dell’editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci.
Io continuo a sperare!

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.