[Recensione] Tutto il tempo che vuoi di Francesco Gungui

Buongiorno Lettori!

In questo lunedì ammetto di essere un po’ fuori fase. Sto ancora scontando la notte di sabato, visto che sono rientrata alle 4 del mattino e che credo di non avere più l’età per certi orari (o almeno, non sono più abituata).

Oggi voglio aprire la settimana con una recensiore, un libro molto carino e scorrevole, che ho avuto il piacere di leggere sotto consiglio della mia libreria di fiducia. Il libro in questione è Tutto il tempo che vuoi di Francesco Gungui, pubblicato da Giunti Editore.

Tutto il tempo che vuoi
Francesco Gungui
Giunti Editore
Prezzo: 14.90 €
eBook: 8.99 €

Trama: Un mutuo per un bilocale in centro, un lavoro da editor in un grande gruppo editoriale, una fidanzata di lungo corso, il progetto di un figlio. Per Franz, 36 anni, la vita, almeno sulla carta, sembrerebbe avviata sui binari giusti. Fino a che tutto crolla all’improvviso: il suo capo gli dà il benservito per aver rifiutato un romanzo erotico che sta scalando le classifiche per la concorrenza, mentre a casa Lucia lo aspetta in lacrime. Di punto in bianco Franz è costretto a inventarsi un piano B e ripartire dal via. Unica àncora di salvezza: la passione per la cucina. Da ghostwriter a ghostchef, da giovane uomo in carriera ad affittacamere, fino all’incontro con Camilla, madre divorziata di un ragazzino preadolescente, e ancora scottata dalla sua ultima relazione. Ma proprio quando le cose sembrano sul punto di raddrizzarsi, un altro colpo di scena rischia di far saltare completamente i piani di Franz.

In questo libro, il protagonista è Franz, un uomo con un lavoro che ama e il sogno di una famiglia, che vorrebbe costruire con Lucia, sua compagna da sette anni. La sua vita sembra andare proprio per il verso giusto, ma ad un certo punto tutto cambia: i figli non arrivano, il rapporto si deteriora e il suo capo con un sorriso, lo invita a prendersi una pausa dal lavoro.
A trentasei anni ricominciare tutto da capo non è facile, ma con l’aiuto di Viola e di Camilla, Franz inizia a inventarsi qualcosa di nuovo e scopre anche alcune sfaccettature dell’idea di famiglia.

Francesco Gungui in questo libro ci permette di entrare nella testa di Franz, un uomo che da un momento all’altro perde tutto, e lo fa con una certa ironia, senza appesantire e annoiare il lettore. Franz, che prima di essere un ghostchef, era un editor, uno di quelli che non approva quei libri messi lì solo per vendere e senza alcun appiglio intellettuale, disturbato da quei libri erotici che tanto vanno di moda e che non lasciano niente.
In questo libro ho amato molto i momenti in cui Franz, che nella vita ha sempre aiutato gli scrittori, si muove e reagisce come dovrebbe fare il protagonista di un libro, spiegando quei cliché che normalmente si trovano nelle storie e spingono il lettore a continuare; Franz ironizza su quegli artefici letterari facendo sorridere chi legge per i comportamenti a volte tipici proprio dei protagonisti dei libri. Ironizza su sé stesso senza saperlo, non essendo consapevole della sua natura di protagonista di un libro.

Mi è piaciuto che la storia sia stata dilatata nel tempo e che tutto non si sia risolto in due minuti e mezzo dall’inizio del libro, anzi il bello è nelle continue riflessioni di Franz, protagonista indiscusso del romanzo, che ci accompagna nei mesi che passano e che lo cambiano.

Il libro mi è piaciuto molto, l’ho trovato scorrevole e molto piacevole; si legge velocemente e potrebbe essere un’ottima compagnia in spiaggia e sotto l’ombrellone. Il formato non sarà l’ideale per la borsa da mare, ma non facciamo i pignoli! Tutto il tempo che vuoi di Francesco Gungui è un libro che permette di riflette, che ci permette di conoscere l’altra faccia della medaglia di un rapporto di coppia, il lato maschile, per indagare sui comportamenti e sulle sofferenze del genere maschile, che spesso non riusciamo a cogliere nei libri narrati da un punto di vista femminile.

E voi conoscete questo libro? Lo leggerete? Io ve lo consiglio e vi invito a leggerlo!

Scheggia

About Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.