[Review Party] La Ladra di Neve di Danielle Paige

Buongiorno Lettori,

oggi è una giornata un po’ meh ma fortunatamente con me ci sono sempre i libri che amo e che riescono a farmi tornare, almeno per un po’, il sorriso.
Oggi, in collaborazione con i blog che trovate nel banner in alto, vi parlerò di un libro che troverete in libreria da stamattina e che vi anticipo può essere un bel libro per ragazzi.

La ladra di neve
Danielle Paige
DeAgostini Planeta
Prezzo: 14.90 €
eBook: 6.99 €

Trama: Snow vive nell’istituto psichiatrico di massima sicurezza di Whittaker da quando è solo una bambina. Ora ha sedici anni e un’unica certezza: lei non è pazza. È prigioniera. Lo sente nel suo cuore, nei suoi sogni, e ne è più che sicura quando guarda negli occhi Bale, il miglior compagno di sventure che le potesse capitare. Nel momento in cui Snow lo bacia, però, accade qualcosa di terribile: Bale cade in stato catatonico e scompare all’interno di uno specchio stregato. Senza di lui Snow non ha più certezze, né motivi per restare. Aiutata da un’amica, fugge dalla sua prigione. Più veloce che può, più lontano che può, oltre i cancelli dell’ospedale. Qui incontra Jagger, un ragazzo misterioso che promette di aiutarla a salvare Bale. Snow accetta di seguirlo e in quell’istante il mondo attorno a lei cambia. Sotto i suoi piedi il terreno si trasforma in ghiaccio, e tutto diventa neve e magia. Jagger l’ha portata ad Algid, un regno incantato sul cui trono siede un tiranno sanguinario. Così, in un mondo condannato a un eterno inverno, Snow si troverà a combattere per l’amore e la giustizia. Diventerà ladra, strega e spia, disposta a tutto pur di trovare una risposta alla domanda che più la spaventa: chi è lei davvero?

La ladra di neve è un libro fantasy young adult, dedicato ad un pubblico giovane che si approccia al mondo del fantasy.
Un romanzo che in qualche modo mischia più favole e che ci presenta una protagonista, Snow, che vive da anni in un manicomio, il Whittaker, un istituto pieno di ragazzi con problemi, dove il suo migliore amico, il ragazzo che probabilmente ama, un giorno viene rapito.

Scritto con uno stile semplice, questa storia ha una grande pecca: è troppo semplice. Nonostante io non ami le descrizioni, i personaggi si muovono troppo in fretta e spesso non si capisce bene cosa stia succedendo.
Lo sapete, a me la fretta non piace.

Ho trovato la storia comunque molto carina, con quella magia che a me piace sempre nelle storie e che mischiata ai vari personaggi, come ladri e spie, che si uniscono nella narrazione, da un bel risultato, un ottimo lavoro per invogliare i più giovani a leggere.

Ammetto di aver avuto sentimenti contrastanti per Snow perché avrei preferito maggiori contrasti psicologici, vista la sua infanzia, e invece tutto rimane su un piano molto semplicistico.
C’è comunque da dire che ci sono gli elementi interessanti di una bella storia fantasy, con un finale che richiede un seguito.

Una storia che consiglio di leggere, soprattutto ai più giovani per avvicinarsi al mondo della lettura e provare i vari generi.

E voi lo leggerete?

Scheggia

 

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura.
Entro in libreria ogni volta che ne ho l’occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza.
Amo il mondo dei libri e dell’editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci.
Io continuo a sperare!

10 Replies to “[Review Party] La Ladra di Neve di Danielle Paige

  1. Si, in effetti è rimasto molo semplicistico e come ti avevo anche detto su fb concordo con te. 🙂 mi piace molto la tua recensione, grazie per la tua partecipazione e speriamo di farne altre assieme 🙂 !

  2. In effetti appena iniziato pensavo sarebbe stato molto più psicologico e ne ero intrigata, ma dalla fuga in poi tutto ha preso un ritmo più veloce, fin troppo frettoloso ed ha un po’ rovinato tutto… però nel complesso mi è piaciuto! E il mio animo da inguaribile romantica se da un lato ha storto il naso per il multiplo instalove dall’altro non vede l’ora di vedere come si evolve la cosa 😀 Quindi non resta che aspettare!

    1. Ecco, se c’è una cosa che io non sopporto è proprio l’instalove. Sono sempre dell’idea che l’instalove è giustificato solo in alcune occasioni, sennò la fretta mi scoccia proprio. Avrei preferito più psicologia, ma diciamo che è perfetto per essere un libro per giovani, che magari così si approcciano alla lettura. Per il resto, vorrei sapere anche io come continua…

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.