[Review Party] The Winner’s Crime – La vendetta di Marie Rutkoski

Review Party, Marie Rutkoski, The winner's curse, The winner's crime, leggereditore

Buongiorno Lettori!

Dopo giorni passati a riprendermi dalle mie ultime letture, oggi vi parlo di un libro atteso per tanto tempo. L’uscita di The Winner’s Crime – La vendetta è stata spostata per tantissimo tempo, superando anche l’anno. Oggi finalmente potrò parlarvi di questo libro insieme ad altre blogger, quindi vi consiglio di leggere anche i pareri che troverete sui blog indicati nel banner.

Review Party, Marie Rutkoski, The winner's curse, The winner's crime, leggereditore, romanzo, serie letteraria, storia d'amore, vendetta, vincitore, lotta, guerra, intrighi, impero, matrimonioThe Winner’s Crime – La vendetta
Marie Rutkoski
Leggereditore
Prezzo: 14.90 €
eBook: 4.99 €

Trama: Un matrimonio reale è il sogno di ogni ragazza: sfarzo, festeggiamenti e balli fino all’alba. Ma non per la bella Kestrel, per la quale invece le nozze ormai prossime con il principe Verex rappresentano una gabbia che non le lascia via di scampo. Con l’avvicinarsi del matrimonio, vorrebbe ardentemente raccontare all’amato Arin la verità sul suo fidanzamento, se solo potesse contare su di lui… Ma di chi può ancora fidarsi, se non può credere neanche più a sé stessa? Spia in incognito alla corte imperiale, Kestrel è diventata una professionista dell’inganno: vive nella menzogna, per trasmettere informazioni agli herrani, il popolo che dovrebbe considerare suo nemico, ed è finalmente vicina a scoprire un terribile segreto. Nel frattempo Arin, che da semplice schiavo è diventato governatore di Herran, arruola alleati per allontanare dal suo Paese un pericoloso nemico ed è attanagliato dal sospetto che Kestrel sappia molto più di quanto dica, e che menta… La verità, però, può fare più male delle menzogne, e quando verrà a galla, Kestrel e Arin dovranno fare i conti con le conseguenze delle proprie scelte.

Divisore Scheggia

Quanto ho aspettato per questo seguito? Tanto, forse troppo.
Dico così perché la premessa è che in realtà ho faticato, all’inizio, a tornare in sintonia con i personaggi di questa serie.
Lo dico da subito perché, prima di leggere questo seguito, vi consiglio di fare una rilettura veloce del primo.

Dopo questa piccola premessa, passiamo al fulcro del libro.
Il primo è terminato con Kestrel, ambasciatrice dell’impero, che proponeva un accordo – un trattato – ad Arin, governatore di Herran. Il prezzo di tutto sembra essere un matrimonio tra lei e l’erede al trono.
The Winner’s crime ricomincia con Kestrel a palazzo che tenta di rimandare il matrimonio con un ragazzo che in realtà non la vuole; l’imperatore tuttavia fa pressioni e intanto inizia a metterla alla prova, facendola assistere in modo subdolo a torture, invitandola anche a prendere decisioni importanti per allargare i confini dell’impero.
Sullo sfondo si agita però la guerra. Le terre dell’est succose per il regno, Herran sempre più schiacciata e impoverita.

In questo mix di agitazioni, la Rutkoski ci riporta nella vita di Kestrel e Arin, ma anche di Risha, Verex e Tensen, personaggi che prendono importanza e diventano fondamentali nella lotta per la libertà.
Gli intrighi di palazzo, con dame di compagnia e spie, si infittiscono e rendono sempre più difficile scindere la verità dalla menzogna, in un complicato gioco che ricorda il Terre di confine di questo libro.

La scrittura aiuta tantissimo, scorrevole e priva di esagerazioni che renderebbero inutilmente pesante la narrazione; la Rutkoski riconferma di voler scrivere una storia un po’ fuori dagli schemi, dove l’amore non è il fulcro e la commedia dell’equivoco è sempre in scena.
Il rapporto tra Arin e Kestrel è un continuo tira e molla di incomprensioni, le amicizie si rinnegano e non c’è spazio per il perdono. Un girotondo complicato ma è l’imperatore che decide quando tutti devono crollare a terra.

Kestrel è sicuramente la protagonista indiscussa di questo secondo libro, infatti anche Arin viene messo un po’ in disparte, nonostante parte della storia sia dedicata a lui; fatica ad emergere contro lo sfarzo del palazzo, anche se secondo me manca un po’ di adrenalina e fiato sospeso, soprattutto nella prima metà. Ci si riprende dopo, complice un finale che lascia col fiato sospeso, tuttavia non basta a renderlo perfetto.
Questo secondo volume si basa molto sull’introspezione, si cerca di far capire lo stato d’animo della protagonista, portando il lettore a temere sia per la sua vita che per la sua felicità.
Sicuramente si pongono nuove domande, come sul futuro ruolo di Verex e Risha , personaggi importanti e che ancora non hanno un ruolo del tutto definito, e chissà cosa ci riserverà il terzo e ultimo capitolo di questa serie.

Ho atteso questo capitolo per tanto tempo e sono felice di averlo letto. Vi consiglio questa serie perché è davvero particolare, ma faccio anche un appello alla Leggereditore: pubblicate il terzo a breve. Non fateci aspettare un anno o più. Grazie.

Scheggia

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura. Entro in libreria ogni volta che ne ho l'occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza. Amo il mondo dei libri e dell'editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci. Io continuo a sperare!

One Reply to “[Review Party] The Winner’s Crime – La vendetta di Marie Rutkoski”

Leave a Reply to Grazia Spaccia Libri Cancel reply