[Calendario dell’Avvento] I regali di Natale

Buongiorno Lettori!

Oggi inizia la giornata con un post un po’ speciale, forse per il periodo dell’anno. Con un gruppo di Blogger è partita l’idea di creare un calendario dell’Avvento misto, con un post in ogni blog, con la possibilità di scoprire cosa ne pensano le blogger su determinati argomenti natalizi.

Troverete in questo mese dei post dedicati ai regali, ai menù, ai libri e soprattutto, come ogni calendario dell’Avvento che si rispetti, troverete un regalo in ogni post. Per scoprire cosa sarà questo regalino, ovviamente dovete arrivare in fondo al post e leggere le regole!

Oggi vi parlerò dei regali di Natale.
Sono un sempre un dramma, un momento di sconforto farli e un momento di paura scartarli, perché sfoggiare il sorriso di circostanza quando ciò che riceviamo non ci piace o è inutile, non è mai troppo facile.
C’è chi ormai ha l’espressione collaudata, che funziona e chi invece non riesce a fingere e ti risponde che non gli serve, che è inutile, che non gli piace.

Perché succede?

Perché spesso si cade nei cliché e non sempre sono cliché che vengono apprezzati.

Dai primi di dicembre, fino al 24, i negozi si riempiono di pigiami, pantofole, sciarpe, cappelli, guanti, il libro di Paolo Fox, intimo dalle forme discutibili (che non copre neanche dove necessario e fa invidia a 50 sfumature di grigio) e confezioni regalo di dubbia bellezza e utilità.
E non sto dicendo che tutti questi siano regali brutti, perché io ad esempio non disdegno una bella sciarpa (me ne hanno regalata una al compleanno che simula il calore di una giornata estiva e mi fa sentire coccolata e protetta) però non bisogna esagerare.
Non si possono regalare ogni anno pigiami e pantofole alla stessa persona, perché spesso il pigiama non viene messo due volte e buttato.
Il libro di Paolo Fox regalatelo solo se il ricevente è davvero interessato.
Attenzione ai regali per la casa, soprattutto se è qualcosa da tenere in mostra; quadri e accessori da parete sono molto molto personali e se non sono graditi metterete il padrone di casa nella scomoda posizione di provare ad appenderlo lo stesso.
Sciarpe, cappelli e guanti regalateli solo se vengono usati, d’altronde se non mi hai mai visto con dei guanti, cosa ti fa pensare che il tuo paio sarà quello che mi farà cambiare idea?

Anche per i regali di Natale, come per il compleanno, ci vuole impegno.

Di solito i regali si ricevono da amici e parenti, persone che teoricamente ti conoscono e sanno cosa ti piace. Il problema però è la fretta, ci si riduce all’ultimo e così si finisce a comprare quelle cose che alla fine non servono.

Oggi voglio darvi qualche consiglio, basato anche sulla mia esperienza.
Come piccola premessa, voglio dirvi che io spesso non ho peli sulla lingua, e dico sempre che per il compleanno non voglio pantofole e pigiami, perché sono regali da Natale (questo però non significa che a Natale io debba ricevere pantofole e pigiama).

Come fare un bel regalo?

Forse è più semplice di quel che si pensa.
È sufficiente fermarsi a pensare a cosa piace alla persona, a cosa può essere utile e a cosa può essere inutile.
Se una persona legge tanto, magari un libro la farà contenta, se ha passioni come cosmesi, puoi andare in qualche negozio e farle un buono, perché i cosmetici sono personali e ognuno ha i suoi gusti, a meno che non sappiate bene almeno il tipo di colorazione che normalmente predilige.
Se è una persona che ama gli accessori, optate per qualcosa che si può usare spesso e non solo nei giorni di festa; anche in questo caso dovrete optare per qualcosa che rientra nel gusto del ricevente.

Pigiami e compagnia bella fateli soltanto se avete la certezza che davvero siano graditi, altrimenti preparatevi a sorrisi di circostanza. E se, come nel mio caso, il compleanno è anche vicino, evitate regali doppioni.

E adesso gli ultimi consigli. Ricordate che da un po’ di tempo a questa parte esistono i buoni regalo; inutile evitarli pensando sia brutto far vedere l’importo, perché nessuno si aspetta regali a 3 cifre in più eviterete quelle scomode situazioni derivanti dalla richiesta dello scontrino di cortesia per cambiare un regalo (taglia sbagliata, libro già letto, regalo doppio).
Immaginate di regalare un libro a chi legge tanto: ci sono probabilità che lo abbia già letto, mentre regalando una carta, avrà la possibilità di scegliere.

Si, è vero. Si dice che conta il pensiero, ma se regalo una sciocchezza tanto per fare mi sembra di aver buttato i soldi, quindi impegnarsi un minimo è d’obbligo!

E voi come fate i regali di Natale? Con criterio oppure li fate solo per togliervi il pensiero?

E adesso pronti per scoprire il regalino sotto la casella del 6 dicembre?

Oggi sotto la casella c’è un ebook a sorpresa!
Come riceverlo? 
Dovete commentare questo post e diventare Lettori fissi del blog (nel commento scrivete la mail con la quale vi iscrivete).
Iscriversi alla pagina facebook è facoltativo ma gradito.

L’estrazione avverrà tramite www.Random.org. Avrete la possibilità di commentare fino alle 19:00 del 6 dicembre e il vincitore verrà comunicato dopo le 21:00.

Beh che dire? Pronte a ricevere un regalino? Sarà gradita la sorpresa, oppure no? Io incrocio le dita!

Scheggia

La vincitrice del flash GIVEAWAY è Susanna Contadin. Riceverai la sorpresa tramite mail.

Scheggia

Sono Scheggia ma in realtà sono Deborah e ho una passione sfrenata per la lettura.
Entro in libreria ogni volta che ne ho l’occasione, passo ore e ore a guardare i libri, cerco le novità ma anche quelle che non lo sono più. Sono una di quelle lettrici che invadono casa di libri, ne compro in continuazione anche se ho già altre letture prese in precedenza.
Amo il mondo dei libri e dell’editoria ed è per questo che la mia più grande aspirazione è entrare in una casa editrice e lavorarci.
Io continuo a sperare!

17 Replies to “[Calendario dell’Avvento] I regali di Natale

  1. Ciao!
    Sono arrivata tardi a commentare… quindi pazienza per il premio.
    Però lascio volentieri il mio commento lo stesso 😉
    Per me i regali sono sempre un dramma, e non solo a Natale, ma proprio per tutte le occasioni… infatti in genere preferisco farli assieme ad amici e lasciare a loro questo compito. Ahahaha 🙂

  2. Ciao! Che dire, una vera guida che sicuramente sarà utile a chi è nel panico pre-Natale!

    Solitamente io inizio durante l’anno a raccogliere informazioni, stilo delle liste e arrivati a fine ottobre faccio una tabella con persone cui fare il regalo, budget e costo effettivo, dopodiché confrontando le liste degli anni passati decido e compro tutto…forse un po’ in anticipo, ma odio essere di fretta!! ç_ç

  3. Per i regali penso sempre a chi ho di fronte. Sono persone a me vicine. O regalo prodotti della Yves Rocher , per cui lavoro, se so che vengono usati (e scelgo il più adatto in base a gusti ed esigenze che so decifrare) o regalo cose gradite.
    Per i bambini il problema è il costo folle dei giocattoli ma so cosa piace o cosa potrebbe essere interessante per loro.
    Poi magari ho amiche che danno imbeccate dirette o meno per i loro regali ( un bene ed un male al contempo) e cerco di attenermi. Ho l’amica che legge e che si lamenta di non sapersi scegliere le borse, lamentadosi che solo io me le scelgo bene, ma che non si trucca e che quasi sempre apprezza i miei suggerimenti (ho scelta, nel caso libri, tra serie da completare o scelte arbitrarie) o oggetti particolari per la casa, visto che la sta arredando man mano e le pare spoglia. C’è poi l’amica che ama cosmesi ed abbigliamento e che ha lanciato velate allusioni.
    Mia mamma adora cosmesi, cura del viso-corpo-capelli e i gatti al 1000%.
    In ogni caso so dove indirizzarmi la maggior parte delle volte e raramente ho dovuto ricorrere ai buoni regalo. Mi è sempre sembrato di vedere soddisfazione (oppure ho ottimi attori tra i conoscenti, gli amici ed i parenti).
    Io quest’anno ho proprio bisogno di regali in vestiario (possibilmente buoni più che altro perchè sono una taglia abbastanza forte al momento) quindi chiunque regali vestiario e buoni sarà il benvenuto. Se poi ricevessi quanto più desidero (lista lunga, offuscata purtroppo dalla lista del bisogno) sarebbe il top. Ma non mi illudo.

  4. ohhhhh che bel post!! io, non per vantarmi (ma si mi vanto un po’ oggi!!) ci prendo sempre con i regali, che siano cavolate stupide o cose più serie, e poi diciamo che accompagno qualsiasi regalo con un libro, che nel dubbio ci sta sempre ahahah
    grazie per aver partecipato, e scusa il mio ritardo 🙂

Commenta se ti va, io sarò ben lieta di rispondere.